border2008@hotmail.it


storia della razza - lo standard - grooming - i miei border - links - curiosità - foto

 

Grooming and Care
a cura di Donatella Diana

Il manto ideale del Border Terrier è composto da un substrato di sottopelo soffice e aderente dal colore intenso, di tonalità tendezialmente di più chiara e opaca rispetto al pelo che lo ricopre, che sarà lucido, di fibra grossa, duro, caprino, quasi una setola al tatto. Il sottopelo è soggetto a muta stagionale conformemente a quanto accade a tutte le specie animali munite di tale protezione ( una sorta di maglia della salute! ); ma seppure le stagioni classiche di muta (caduta o ripristino) coincidano in natura con l'inizio della primavera e il tardo autunno ( date canoniche anche delle stagioni degli "amori" ), le mille sollecitazioni che i nostri cani subiscono (vita in appartamento, variazioni di dieta, riscaldamento, bagni, aria condizionata ), non offrendo stabilità termica incidono sensibilmente sulla qualità, quantità e frequenza della muta e sui tempi di ricambio del manto che ha vita ciclica e necessita di essere asportato quando "morto", a "plucking" ( sfilandolo dal bulbo con la sola pressione delle dita) o più diffusamente a "stripping" ( sempre asportato dal bulbo ma con l'ausilio di pettini idonei che semplificano e accelerano l'operazione).

Trimming è il termine che preferisco parlando del manto del Border Terrier; significa "ordinare" "acconciare"..."modellare": è più idoneo in questa razza a pelo denso e diritto, aderente, fasciante, dalle linee armoniche ed essenziali, a pelo duro dal tartufo alla punta della coda!
Sagomando leggermente il cucciolo e condizionandolo al tavolo ( o piano di lavoro) e alla postura, nonché agli strumenti, alla gestualità e alla manipolazione già dai primissimi mesi di vita (2-3) asportando solo a "plucking" il "puppy coat" SFOGLIATO (aperto ed evanescente), spuntando le unghie, rifinendo a forbice la pianta dei piedi, spazzolando e pettinando si potrà gestire il mantello mantenendone la tipica forma e colore ad oltranza, in attesa della piena maturazione del pelo vecchio che asporteremo manualmente solo quando sotto avremo già scorto un' uniforme guaina di pelo nuovo (6-7 mesi).

Senza stress né dolore o controindicazioni, avremo allora un giovane cadetto per nulla sulle difensive... e un risultato estetico elettrizzante. 
Lo schema in alto illustra il modello di look ideale da conferire alla razza, lo standard di "lunghezza" di manto da considerarsi ideale in un cane da esporre, le cadenze del trimming per tenerlo in forma.

Buon Lavoro!

 

Il sito italiano del Border Terrier - Tel 388 2903996